Crea sito

Cambiare amministratore di condominio

Ecco come fare, in sicurezza e professionalità, con lo studio legale Antoci

Cambiare amministratore di condominio

Capita quasi in ogni condominio che i condòmini siano insoddisfatti della gestione e decidano di cambiare amministratore di condominio. Quando l’amministratore svolge bene il proprio compito è raro che venga sostituito. Ad ogni modo, se si ha necessità di cambiare l’amministratore di condominio, la legge lo permette, ma bisogna avere cura di porre la dovuta attenzione ad alcune questioni delicate. Per tale ragione è sempre buona norma consultarsi con un legale per capire quale sia la via migliore per revocare il proprio amministratore di condominio. In linea di principio l’assemblea condominiale è libera di nominare l’amministratore che preferisce, purché siano rispettate le maggioranze prescritte dal Codice Civile. La nuova legge di riforma del condominio del 2012, però, ha integrato l’art. 1129 c.c., che ora stabilisce che «l’incarico di amministratore ha durata di un anno e si intende rinnovato per eguale durata. L’assemblea convocata per la revoca o le dimissioni delibera in ordine alla nomina del nuovo amministratore». Da ciò discende che una volta nominato, l’amministratore resta in carica un anno e, alla scadenza, di fatto gode di una sorta di rinnovo automatico per un altro anno. Dal 2012, dunque, l’amministratore dura in carica due anni. C’è da precisare che il rapporto tra condominio e amministratore è regolato dalle norme sul mandato e, pertanto, ove si decidesse di revocare l’amministratore prima della scadenza senza una giusta causa di revoca, quest’ultimo potrebbe pretendere il compenso pattuito oltre al risarcimento del danno. Se, invece, l’incarico dell’amministratore è arrivato alla scadenza del mandato (ossia a mente dell’art. 1129 c.c., alla fine del secondo anno), è possibile cambiare amministratore di condominio durante l’assemblea annuale. Discorso diverso va fatto nel caso in cui l’amministratore sia inadempiente agli obblighi che gli derivano dal mandato: in questa ipotesi si dovrebbe sollecitarlo a riprendere la propria attività con serietà. Ove ciò non servisse ci si potrebbe rivolgere già ad un Avvocato perché rediga un formale atto di diffida e metta in mora l’amministratore. Lo studio legale Antoci – avvocato civilista a Nicolosi e Catania – ha già curato diverse volte l’iter per la rimozione del vecchio amministratore guidando i condomini nel modo migliore per la convocazione dell’apposita assemblea condominiale. E già, perché formalmente il vecchio amministratore è ancora in carica e, dunque, dovrebbe essere lui a convocare l’assemblea ordinaria (almeno una volta all’anno) oppure straordinaria (quando lo ritiene necessario o quando lo chiedano almeno due condomini che rappresentino un sesto dei millesimi dell’edificio – art. 66 disp. att. c.c.). Se l’amministratore non provvede entro il termine di legge, può essere convocata direttamente l’assemblea: lo studio legale Antoci ha sempre assicurato il rispetto dei termini di legge tanto per l’invito al precedente amministratore, quanto per l’invio delle convocazioni dell’assemblea – che devono essere curate e ben studiate in termini di ordine del giorno da trattare. Tutto questo iter garantisce che l’assemblea condominiale, chiamata a revocare l’amministratore e a nominarne uno nuovo, sia legalmente costituita e possa assumere delibere inimpugnabili. A questo punto il nuovo amministratore è in carica (salvi gli adempimenti di notifica del verbale di assemblea agli assenti e alla modifica dei dati associati al codice fiscale condominiale) e da qui si può valutare la possibilità di agire in giudizio contro il precedente amministratore, se questi con la propria incuria abbia causato danni al condominio.

Studio Legale Antoci: avvocato e amministratore di condominio

Affidarsi a un professionista per cambiare amministratore di condominio

Come già anticipato, lo studio legale Basilio Elio Antoci – avvocato e amministratore condominiale a Nicolosi e Catania – si occupa di assistere i condomini in tutto l’iter della revoca dell’amministratore (anche in termini di azioni legali per i danni causati) ed è disponibile a presentare preventivi per assumere l’incarico di amministrazione condominiale presso il condominio privo di amministratore o con amministratore revocato. Per ottenere un preventivo per la consulenza, l’assistenza e l’eventuale amministrazione condominiale è possibile prendere contatto con il numero 3896040727 (vietato usare Whatsapp, vietate telefonate pubblicitarie di qualsiasi genere) oppure tramite i contatti del sito www.avvocatoantoci.info. Lo studio legale Antoci, ove necessario, mette a disposizione i propri locali per lo svolgimento delle assemblee condominiali convocate con il procedimento sopra descritto.

Link esterni correlati

Nota di copyright

L’immagine inserita nel presente articolo è stata scaricata da www.pixabay.com alla pagina https://pixabay.com/it/uomo-arrabbiato-rabbia-computer-2822206/ ed è stata rilasciata e pubblicata nel Novembre 2017 con licenza “CC0 Creative Commons – Libera per usi commerciali – Attribuzione non richiesta” dal proprietario “PaliGraficas”.