Il Tribunale di Milano scioglie un’unione civile

Il Tribunale di Milano scioglie un’unione civile

Tribunale scioglie unione civile


Il Tribunale di Milano scioglie un’unione civile tra persone dello stesso sesso. Interessante sentenza riguardo agli effettivi verso i figli.


Il Tribunale di Milano dà importanti indicazioni

Tribunale scioglie unione civile con minori

Unione civile, figli e “divorzio”. Sin dal 1970 l’Italia è abituata a fare i conti con la separazione e il divorzio. Si tratta di istituti ormai consolidati che ovviano alla crisi del matrimonio. Da pochi anni sono state regolamentate anche le c.d. unioni civili tra persone dello stesso sesso. Le prime sentenze di merito, come quella in commento, offrono perciò interessanti spunti di riflessione.

Il caso vedeva due donne, unitesi nel 2016, le quali nel 2019 dichiaravano all’Ufficiale di Stato Civile lo scioglimento della propria unione.

In tale ipotesi si applica, infatti, il Comma 24 dell’Art. 1 della Legge 76 del 2016, il quale stabilisce che «l’unione civile si scioglie, inoltre, quando le parti hanno manifestato anche disgiuntamente la volontà di scioglimento dinanzi all’ufficiale dello stato civile. In tale caso la domanda di scioglimento dell’unione civile è proposta decorsi tre mesi dalla data della manifestazione di volontà di scioglimento dell’unione». Adito il Tribunale di Milano, questo ha rilevato in primis la sussistenza della condizione di procedibilità della domanda.

Scioglimento unione civile in presenza di figli

La sentenza in commento è, inoltre, importante poiché ha ritenuto applicabile l’art. 1, comma 25 L. 76/2016. Tale norma, a sua volta, richiama la Legge 898/1970 (c.d. Legge sul Divorzio). Nello specifico è stato applicato l’art. 6 L. 898/1970. Tale articolo prevede che «il Tribunale che pronuncia lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio applica, riguardo ai figli, le disposizioni contenute nel capo II, del titolo IX, del libro primo, del codice civile». Il Tribunale, infatti, ha stabilito che sono applicabili le «disposizioni che si riferiscono al matrimonio […] ovunque ricorrono nelle leggi anche ad ognuna delle parti della unione civile tra persone dello stesso sesso».

Collegamenti esterni

Per approfondire l’argomento trattato nel presente contributo, si consiglia la consultazione dei testi e degli articoli indicati di seguito.

  • Redazione Scientifica, Il Tribunale di Milano accoglie la richiesta congiunta di scioglimento dell’unione civile, su ilFAMILIARISTA, ISSN 2464-9988, Giuffrè Francis Lefbvre, Milano, 22 Settembre 2021.

Nota di copyright

L’immagine inserita nel presente articolo è stata scaricata da www.altalex.com alla pagina https://www.altalex.com/documents/news/2019/05/08/figli-di-due-padri-all-estero-no-alla-trascrizione-in-italia ed è stata rilasciata e pubblicata addì 09 Maggio 2019.


TORNA SU

Pubblicato da Basilio Elio Antoci

Nato a Catania nel 1987, figlio d'arte dell'Avv. Francesco Salvatore Antoci e della Prof.ssa Borzì Giusy, cresce a Nicolosi. Atleta agonista dell'U.S. Nicolosi Sci di fondo & Ski roll, scout A.G.E.S.C.I. del Gruppo Nicolosi 1, scrittore ed educatore. Dopo la maturità scientifica conseguita nel 2005, si laurea in Giurisprudenza nel 2012. Diviene Avvocato nel 2016 e passa alla direzione dello Studio Legale Antoci.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

NICOLOSI

Via Cardinale Dusmet 9/A
95030 - Nicolosi (CT)

CATANIA

Viale Mario Rapisardi 192, IV piano
95123 - Catania

Posta elettronica

P.E.C.: [email protected]
E-mail: [email protected]

E-mail e p.e.c. sono sempre attive, risposta entro un giorno lavorativo.

Recapiti telefonici

Cell. 389-6040727
Tel. 095-914629
Fax 1782206191

Telefonare solo in giorni e orari ufficio, non usare WhatsApp, il fax è sempre attivo