I provvedimenti del giudice nel processo civile

I provvedimenti del giudice


Gli atti del giudice nel processo si chiamano provvedimenti. Che poteri ha il giudice civile? Ce lo spiega l’Avvocato Antoci di Catania.


Il Giudice nel processo civile

I provvedimenti del giudice civile

Il giudice civile – Nel processo civile il Giudice è il dominus del processo. Egli ne scandisce il ritmo e la durata. A tal proposito l’art. 175 c.p.c. stabilisce che «il giudice istruttore esercita tutti i poteri intesi al più sollecito e leale svolgimento del procedimento». Si tratta di una norma di portata generale che attribuisce al giudice le funzioni di propulsione e di direzione del procedimento. In questo modo si attua il c.d. impulso d’ufficio, consistente nel potere-dovere di disciplinare l’andamento della causa conferendole il giusto ritmo.

Il successivo art. 176 c.p.c. suggerisce che gli atti del giudice (ordinanza, decreto, sentenza) si chiamano – genericamente – “provvedimenti”. Sennonché, la norma in parola prevede che «tutti i provvedimenti del giudice istruttore, salvo che la legge disponga altrimenti, hanno la forma dell’ordinanza». Per questa ragione può affermarsi che l’ordinanza è lo strumento tipico di cui giudice istruttore dispone per dare impulso e dirigere il processo – ai sensi dell’art. 175 c.p.c.

Giurisprudenza correlata

La Cassazione, in relazione all’art. 175 c.p.c., con la sentenza 26773/2009 ha precisato che «il rispetto del diritto fondamentale ad una ragionevole durata del processo […] impone al giudice (ai sensi degli artt. 175 e 127 c.p.c.) di evitare ed impedire comportamenti che siano di ostacolo ad una sollecita definizione dello stesso, tra i quali rientrano certamente quelli che si traducono in un inutile dispendio di attività processuali e formalità superflue perché non giustificate dalla struttura dialettica del processo». E ancora, sempre la Suprema Corte, con sentenza 12388/2000 ha chiarito che «rientra nei poteri ordinari del giudice […] indirizzare, nella fase istruttoria, le parti o sollecitarle in ordine all’attività di produzione documentale».

Collegamenti esterni

Per approfondire l’argomento trattato nel presente contributo, si consiglia la consultazione dei testi e degli articoli indicati di seguito.

  • Articolo 175 Codice di Procedura Civile, su Brocardi.it.
  • Claudio Consolo, Codice di procedura civile. Commentario, Tomo II, Edizione VI, IPSOA – Wolter Kluver, Milano novembre 2018.

Nota di copyright

L’immagine inserita nel presente articolo raffigura la statua della Giustizia all’ingresso del Tribunale di Catania.


TORNA SU

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: