Avvocato gratis: è davvero possibile?

Avvocato gratis: è davvero possibile?

Avvocato gratis a Nicolosi


Molti si chiedono se è possibile avere l’Avvocato gratis: l’Avv. Basilio Elio Antoci di Nicolosi ci spiega il Gratuito Patrocinio.


Avvocato a Nicolosi con Gratuito Patrocinio

Avvocato gratis: è davvero possibile?

È davvero possibile avere un Avvocato gratis a Nicolosi? Lo Stato sociale in cui viviamo, in ossequio alla Costituzione offre ai non abbienti diversi sostegni. L’intervento statale mira a «rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese». Così recita, appunto l’art. 3 della Costituzione. In ambito legale le pari opportunità tra i consociati si realizzano attraverso l’istituto del Patrocinio a spese dello Stato.

Tutti, con le dovute sfumature terminologiche, conoscono la possibilità di accedere al c.d. Gratuito Patrocinio. Purtroppo la generalizzata ignoranza fa sì che ci sia molta confusione al riguardo. Facciamo un po’ di chiarezza!

L’Avvocato non lavora gratis!

Innanzitutto è bene chiarire subito un punto fondamentale: l’Avvocato non lavora gratis. Quando si beneficia del Patrocinio a spese dello Stato, infatti, l’Avvocato viene pagato – alla fine della causa – dallo Stato. Non si fa niente, per niente.

Il Gratuito Patrocinio non copre tutte le spese

È necessario precisare una cosa fondamentale: il Gratuito Patrocinio non è un beneficio automatico, ma va richiesto (e ottenuto) volta per volta per ogni singolo procedimento giudiziale del cliente. Ciò significa che se il cliente vorrà avviare più azioni legali (civili o penali), dovrà presentare tante richieste di ammissione al Gratuito, quanti sono i procedimenti che ha in corso o che intende avviare. Ad ogni modo il Gratuito Patrocinio può essere chiesto solo per procedimenti giudiziali.

Per tutte le attività extragiudiziali, dunque, si dovrà pagare il lavoro dell’Avvocato – senza sconti o riduzioni. Per esempio: se si vuole ottenere solo una consulenza, o si chiede assistenza per redigere e presentare una querela, oppure se si chiede che venga scritto un contratto di locazione o di vendita, oppure si anela la presenza dell’Avvocato per un sopralluogo si dovrà pagare l’opera del legale. In tali ipotesi, infatti, non si potrà ottenere alcuna ammissione al gratuito, in quanto non si tratta di attività giudiziali.

Un esempio

Come detto, infatti, il cliente viene ammesso (sussistendone i requisiti) per ogni singolo processo e lo Stato pagherà l’Avvocato soltanto alla fine della causa. Inoltre, il pagamento ammonterà al 50% degli Onorari previsti dalla legge. Dunque, se il cliente viene assistito – ad esempio – in un procedimento di divorzio con il gratuito patrocinio, l’Avvocato sarà gratis solo per quel processo di divorzio. Ove quello stesso cliente intendesse ottenere l’aiuto dell’Avvocato, ad esempio perché rediga per suo conto un contratto di locazione, non potrà pretendere che ciò sia fatto gratis. O ancora, se quel medesimo cliente vorrà inviare una diffida a qualcuno (per una questione differente dal divorzio), quella diffida andrà pagata per intero (e, com’è prassi dello Studio Legale Antoci, pure in anticipo). Tutta l’attività stragiudiziale va pagata: persino la Mediazione civile e commerciale e la Negoziazione assistita da Avvocati.

Avvocato gratis: è davvero possibile?

Nel titolo di questo articolo ci si è chiesti se è davvero possibile che si abbia un Avvocato gratis. Beh, come abbiamo visto, l’Avvocato non lavora assolutamente gratis. Per le attività extra-giudiziali va pagato sempre e solo dal cliente. Per le attività giudiziali, se il cliente ha i requisiti di legge e viene ammesso al Gratuito Patrocinio, l’Avvocato – per quel singolo processo – sarà pagato dallo Stato. Per cui, il cittadino può ottenere il beneficio di non pagare gli Onorari dell’Avvocato (e le spese vive di causa) solo per le attività giudiziali e solo se viene ammesso a beneficiare del Patrocinio a spese dello Stato.

Ogni altro tipo di assistenza e consulenza stragiudiziale, andrà pagato dal cliente.

Collegamenti esterni

Per approfondire l’argomento trattato nel presente contributo, si consiglia la consultazione dei testi e degli articoli indicati di seguito.

  • Mariano Acquaviva, Come avere un avvocato gratis col gratuito patrocinio, in La Legge Per Tutti – Informazione e consulenza legale, Cosenza, 24 Marzo 2019, pagina laleggepertutti.it.

Nota di copyright

L’immagine inserita nel presente articolo è stata scaricata da www.pixabay.com alla pagina https://pixabay.com/it/photos/euro-regalo-mano-mantenere-dare-3317432/ ed è stata rilasciata e pubblicata nel 2018 con licenza “CC0 Creative Commons – Libera per usi commerciali – Attribuzione non richiesta” dal proprietario “Gerd Altmann – geralt”.


TORNA SU

Pubblicato da Basilio Elio Antoci

Nato a Catania nel 1987, figlio d'arte dell'Avv. Francesco Salvatore Antoci e della Prof.ssa Borzì Giusy, cresce a Nicolosi. Atleta agonista dell'U.S. Nicolosi Sci di fondo & Ski roll, scout A.G.E.S.C.I. del Gruppo Nicolosi 1, scrittore ed educatore. Dopo la maturità scientifica conseguita nel 2005, si laurea in Giurisprudenza nel 2012. Diviene Avvocato nel 2016 e passa alla direzione dello Studio Legale Antoci.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

NICOLOSI

Via Cardinale Dusmet 9/A
95030 - Nicolosi (CT)

CATANIA

Viale Mario Rapisardi 192, IV piano
95123 - Catania

Posta elettronica

P.E.C.: [email protected]
E-mail: [email protected]

E-mail e p.e.c. sono sempre attive, risposta entro un giorno lavorativo.

Recapiti telefonici

Cell. 389-6040727
Tel. 095-914629
Fax 1782206191

Telefonare solo in giorni e orari ufficio, non usare WhatsApp, il fax è sempre attivo