Crea sito

Riforma 2012: come cambia la responsabilità dell’amministratore di condominio

Seminario di formazione organizzato a Massannunziata dall’Associazione Forense Mascaluciese

Riforma 2012 condominio

Si è svolto lo scorso 5 novembre a Massannunziata, il convegno sulla “responsabilità dell’amministratore del condominio dopo la legge n.220/2012: tutela delle minoranze e procedimento di volontaria giurisdizione” e sul “recupero dei crediti nei confronti del condominio“, organizzato dall’Associazione Forense Mascaluciese presso i locali della delegazione comunale di Massannunziata. Il seminario, gratuito, è stato suddiviso in due momenti ciascuno afferente a due diversi aspetti della riforma del 2012. A tal fine sono stati designati due relatori: la dott.ssa Grazia Longo (Consigliere della Corte d’Appello di Catania – seconda sezione civile) e l’avv. Dario Sanguedolce del Foro di Catania.
L’argomento trattato è di grande attualità e la presentazione degli istituti giuridici sottesi è stata puntuale e molto ben strutturata: anzi azzarderei direi a tratti appassionata e abilmente calata nella prassi. Con un occhio sempre rivolto non solo al Codice, ma anche alla Dottrina e alla Giurisprudenza (tanti i riferimenti autorevoli a personaggi del calibro di Nunzio Izzo, Raffaele Corona, Giovanni Settimj – per citarne alcuni).
Il convegno è stato accreditato presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Catania, e sarà valido per l’acquisizione di tre crediti formativi. L’avvocato, infatti, è chiamato per legge a curare la propria formazione continua e il proprio aggiornamento anche attraverso la partecipazione a corsi e convegni. Dopo la riforma 2012, anche l’amministratore di condominio è ormai soggetto a un simile obbligo. Considerato che il mio studio si occupa anche di amministrazioni condominiali, il seminario in questione avrà valenza formativa anche per quest’ultima attività.

/* <![CDATA[ */
document.write('‘);
/* ]]> */

Alcune foto dell’evento

Sono già apparse sulle mie pagine Facebook (Basilio Antoci e Studio Legale Basilio Antoci – Avvocato), le ripropongo in allegato anche in questo articolo.

Il CNF e la formazione continua

Nell’esercizio della professione, l’avvocato è tenuto a realizzare il principio di competenza a vantaggio dell’interesse pubblico – e quindi dei cittadini – alla corretta prestazione professionale ed alla migliore amministrazione della giustizia.

Collegamenti esterni